Cecità: chi è davvero colui che non vede?

Bentrovati amici lettori!

Oggi vi voglio parlare di Cecità di Jose Samarago, premio Nobel per la letteratura. Il titolo del romanzo tradotto dal portoghese sarebbe stato Saggio sulla cecità, fu cambiato per motivi di marketing.

Io l’ho letto in formato ebook a 0,99€ perché in offerta ma vi lascio qui il link di Amazon per la copia sia fisica che digitale.

Esiste un seguito di questo romanzo che è Saggio sulla lucidità dove ritroviamo gli stessi personaggi. Non ho avuto ancora modo di leggerlo, ma cercherò il prima possibile di colmare questa lacuna.

In una città mai nominata un uomo di punto in bianco diventa cieco. Aiutato da un altro uomo (il ladro, perché gli ruberà la macchina) torna a casa e con la moglie va dall’oculista dove incontrano un uomo con la benda sull’occhio, un ragazzino strabico e una ragazza con gli occhiali scuri.

Il medico non riesce a trovare una causa a questa cecità improvvisa e piano piano la malattia si diffonde: tutti coloro che sono entrati in contatto con il primo cieco perderanno la vista.

Vengono tutti messi in isolamento, compresa la moglie del cieco che però sembra immune alla malattia. Da questo momento ci saranno delle vere e proprie lotte per la sopravvivenza.

Il non dare nomi, ma usare espressioni impersonali rende difficile entrare in empatia con i personaggi. È una cronaca surreale di quello che accade.

Il tema è l’indifferenza generale: tutti noi in fondo siamo ciechi, perché non vogliamo vedere quello che ci circondata e che ci obbligherebbe a metterci in discussione.

Non si formerà mai un gruppo solidale all’interno della comunità dei ciechi, se non quello delle donne a seguito dello stupro da parte dei “ciechi cattivi”.

Un libro che fa riflettere sulla necessità di guardarsi intorno e sul bisogno di avere qualcuno di fidato a cui appoggiarsi nei momenti più brutti.

Ringrazio Claudietta che me lo ha consigliato e sicuramente lo consiglio a tutti voi perché serve ogni tanto leggere qualcosa di “diffcile” dal punto di vista della morale. Bisogna anche riflettere su quello che accade intorno a noi e non andare avanti sempre e comunque con indifferenza.

Fatemi sapere se lo avete letto, se avete intenzione di leggerlo e cosa ne pensate.

Ricordatevi di seguirmi su Instagram (paolacalefato) e Facebook (MyPoBlog) per rimanere sempre aggiornati sulle mie letture.

Condividete se vi è piaciuto e iscrivetevi al blog per il prossimo articolo!

Non mi resta che augurarvi buona lettura!

A presto amici lettori!

Annunci
Paola Calefato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...